FAQ



Come si calcola l’efficienza energetica di un infisso ?

Per verificare quanto un infisso è realmente isolante viene assegnato all’infisso un valore di isolamento chiamato Uw.

Questo è determinato da un calcolo che varia in base alla dimensione, tipologia dell’infisso e calcolo tra la cornice (anta + telaio) dell’infisso (valore chiamato Uf) e valore isolante del vetro (valore chiamato Ug).

In base a questi fattori sopracitati viene determinato il valore Uw che è inversamente proporzionale (piu’ è basso numericamente e piu’ la finestra è isolante).

Per il calcolo viene considerato anche il valore di isolamento della canalina vetro (Valore chiamato PSI) che varia anche questo in base al tipo di canalina.

Che cosa è il valore Uf

Ogni infisso ha una cornice (anta + telaio) perimetrale che corre intorno al vetro.

In base al tipo di materiale utilizzato, alla dimensione e allo spessore questo valore varia.

Il legno (soprattutto di tipo tenero) ha un alto potere isolante e quindi un infisso in legno con l’utilizzo anche di una buona vetrata è certamente una scelta di isolamento eccellente per la coibentazione della abitazione.

Perché è importante il fattore “g” nel considerare il tipo di vetro utilizzato

Nella scelta del vetro tutti guardano il valore Ug che è il valore di isolamento della vetrata ma pochi tengono conto del fattore g.

Il fattore g indica la quota percentuale di energia che penetra nella stanza mediante la vetrata.

Questo valore va scelto in base all’esposizione del vetro stesso, alla tipologia di clima della zona dove l’infisso verrà installato e alla presenza o meno di oscuranti all’esterno dell’edificio.

Piu’ è basso il fattore g e meno calore entrerà dalla vetrata.

In caso di schermature solari viene calcolato anche il gtot che è il calcolo non del solo vetro ma dell’oscurante abbinato.

Va quindi valutato insieme al termotecnico il giusto equilibrio per scelta della vetrata.

Che ruolo riveste l’infisso nell’isolamento dell’edificio ?

Oramai l’infisso viene sempre piu’ considerato una parete trasparente che contribuisce a ottimizzare il valore complessivo della facciata in abbinamento alle pareti non trasparenti (muratura).

La finestra quindi deve essere considerata sempre di piu’ un “sistema” multi funzionale e multi prestazionale, dove non conta solo il valore di isolamento dell’infisso stesso ma anche il grado di tenuta all’acqua, all' aria e il grado di isolamento acustico.

Normalmente è il progettista che determina i valori minimi prestazionali dell’infisso, in base alla superficie e al rapporto tra pareti non trasparenti e pareti trasparenti.

Facendo un esempio :

Quando la muratura ha un valore di isolamento termoacustico molto elevato e le pareti vetrate in proporzione alla facciata hanno una superficie molto ridotta, sarà sufficiente avere dei valori prestazionali dell’infisso piu’ ridotti.

In caso invece di vetrate molto gradi il ruolo dell’infisso sara certamente piu’ determinante.

Quali scelte vanno fatte per raggiungere valori acustici elevati ?

L’acustica è una problematica sempre piu’ presente nella scelta dell’infisso.

Il nostro attuale stile di vita, certamente piu’ stressante di una volta, ci porta ad essere piu’ sensibili ai rumori, soprattutto quando si abita in città con molto traffico che inquina acusticamente il nostro confort abitativo perlopiù nelle ore notturne.

La scelta della vetrata quindi ricopre un ruolo fondamentale, la tecnologia di costruzione del vetro oramai ci ha portato ad avere dei vetri sempre piu’ performanti e adatti a combattere i rumori esterni.

Tuttavia non bisogna trascurare anche il tipo di costruizione del sistema infisso in quello che è la cornice perimetrale di tenuta intorno al vetro.

Se si comprano degli infissi a doppia o tripla guarnizione certamente si avrà la possibilità di non avere filtrazioni di aria e rumore nel perimetro dell’infisso, inoltre comperare un infisso con una costruzione “industriale” garantisce che le tolleranze di chiusura del sistema guarnizioni siano eseguite correttamente. Infatti la costruzione dell’infisso mediante macchiari a controllo numerico garantisce la costruzione perfetta del sistema finestra.

Per fare dei buoni infissi non bisogna essere dei bravi falegnami, ma piuttosto bisogna essere “tecnologicamente avanzati”.

Quando serve la canalina vetro “Warm Edge” comunemente chiamata “canalina calda”?

Il listello di separazione dei 2 vetri termici come per tutti gli altri elementi finestra ha avuto negli anni una evoluzione e miglioramento.

In climi particolarmente freddi d’inverno puo’, in caso di forte escursione termica tra la temperatura interna e quella esterna, può generarsi della condensa nella parte bassa del vetro.

Questo perché la parte piu’ fredda del vetro è il perimetro dove è presente la canalina del vetro che normalmente è in alluminio, quindi “canalina fredda”.

Da diversi anni esiste una canalina vetro chiamata “Warm Edge” che è isolata termicamente in materiale termoplastico che in caso di climi con temperature che raggiungono valori vicini o pari a zero gradi è certamente migliorativa e consigliata.

Perché scegliere l’Anta Ribalta sugli infissi?

Le nuove abitazioni sono molto piu’ isolate di quelle di 20 anni fa, inoltre le case nelle ore diurne sono mediamente meno abitate di una volta.

Solitamente teniamo le finestre sempre chiuse quando non siamo in casa, e la sera al rientro nell’abitazione continuiamo a tenerle chiuse per evitare freddo o caldo nelle stagioni estive e quindi con uso di condizionatori. Questo genera umidità. Infatti quando cuciniamo generiamo vapore, quando facciamo la doccia generiamo vapore , quando lasciamo gli asciugamani sul radiatore la sera per farli asciugare generiamo vapore. Oltre al mantenimento di gas tossici all’interno della struttura e quindi di inquinamento.

Gli infissi di nuova generazione chiudono ermeticamente l’aria come è giusto che sia.

L’anta ribalta ci permette di aprire in maniera graduale e controllato l’infisso senza incidere troppo nella temperatura della casa. Ogni sistema di anta ribalta Eurolegno ha anche la “Micro Ventilazione” per ridurre al minimo la dispersione termica e permettere alla casa un continuo ricambio di aria importante per la nostra salute.

Perché è importante scegliere un infisso particolarmente isolante ?

L’infisso svolge un ruolo fondamentale nell’isolamento termico dell’edificio.

Mediamente si stima che l’elemento finestra contribuisca al 25% nell’isolamento generale dell’edificio.

Altri elementi come il tetto , il tipo di riscaldamento e la coibentazione delle pareti fanno tutto il resto.

Tuttavia non è necessario neanche esagerare, nella scelta è sempre meglio valutare il costo/beneficio.

Facendo un esempio: se ho una muratura molto datata che non ha un grado di isolamento elevato, non è necessario installare un infisso con triplo vetro e quindi con trasmittanza termica molto bassa se non risolvo anche la trasmissione che ne deriva da tetto, pavimenti e quindi dalla muratura stessa.

Che ruolo svolge il controtelaio ?

Il controtelaio è un elemento che normalmente viene installato nella muratura prima dell’elemento finestra.

Questo ha diverse funzioni :

La prima è la preparazione della sede muraria dove va alloggiato l’infisso in maniera tale che l’infisso si possa quindi installare quando oramai sono già fatte tutte le opere murarie come intonaci, messa in opera delle soglie e imbiancatura.

La seconda è la preparazione per l’incasso non solo della finestra ma anche di elementi accessori alla finestra come la zanzariera , gli oscuranti (frangisole, tende o avvolgibili) o altro.

La progettazione dello stesso , il controllo della corretta messa in opera e una corretta sigillatura dello stesso alla sede muraria sono fondamentali per un corretto risultato finale.

Tutti i Partner Eurolegno sono in gradi di progettare, consigliare e seguire tutte le fasi sopracitate.

Come viene effettuata la posa in opera dell’infisso ?

Ci sono ovviamente molti modi e materiali differenti per poter fare la posa in opera dell’infisso.

Certamente il rischio piu’ grande è comperare degli infissi particolarmente performanti e poi vanificare tutto con una posa in opera inadeguata.

Posatori specializzati e l’ utilizzo di materiale di alta qualità sono fondamentali per rendere l’ installazione efficiente e garantita.

Tutti i Partner Eurolegno effettuano posa in opera con personale altamente qualificato che garantisce un corretto risultato finale ad installazione avvenuta anche per la “Posa Certificata”.